Sony WF-XB700, cuffie extra-bass per sportivi | Recensione


Non sono le più comode, non potrete controllarle semplicemente sfiorando la superficie, non hanno l’NFC e nemmeno un’applicazione a supporto, e anche i materiali di costruzione non comunicano una sensazione di qualità, ma sono un ottimo paio di cuffie true wireless se volete utilizzarle mentre vi allenate e se vi piacciono i bassi potenti. Scopriamo i pregi e i difetti delle cuffie True Wireless Sony WF-XB700.

Come sono fatte

La prima impressione non è delle migliori, tutt’altro. Basta un colpo d’occhio alla custodia per rendersi conto che la cura posta per altri modelli, come le Sony WF-1000XM3, le cuffie True Wireless migliori sotto il profilo della qualità audio, qui è messa da parte in favore di un contenimento del prezzo. Quando aprirete il coperchio la sensazione non farà altro che peggiorare, in quanto non dispone di alcun sistema magnetico di ancoraggio, ma di una cerniera meccanica.

Afferrare un auricolare ed estrarlo dal suo vano non vi farà cambiare idea, anzi le dimensioni dell’auricolare abbinate alla sua leggerezza vi comunicheranno una sensazione di economico, piuttosto che di gioire per i pochi grammi di peso. Tuttavia apprezzerete la forza dei magneti che tengono gli auricolari in sede, e la facilità con cui potrete prenderli tra le dita in sicurezza per portarli all’orecchio.

Un LED rosso, posto tra i due auricolari, vi indicherà lo stato di ricarica. La copertura satinata e trasparente vi farà intravedere la luce anche a coperchio chiuso, soluzione comoda, anche se non particolarmente elegante. Una porta USB-C (per fortuna), sul retro, vi permette di ricaricare la batteria della custodia. Le dimensioni generali sono notevoli, niente a che vedere con le ultime soluzioni Jabra, Apple o di altri marchi.

Gli auricolari sono dotati di un loro LED su un bordo e di un pulsante, dall’attivazione abbastanza dura, ma precisa.

Prova d’uso

Fino a qui non abbiamo speso parole di elogio per questi auricolari, ma ecco arrivare le buone notizie. Per indossarli correttamente dovrete semplicemente portarli all’orecchio, inserire la cuffietta (nella confezione sono presenti tre misure) nel condotto uditivo, e ruotarle. Nulla di differente rispetto a molti altri modelli in-ear, ma il modo in cui queste XB700 si ancorano all’orecchio non ha precedenti. Non c’è alcun dubbio, una volta inseriti, potrete correre, saltare, fare qualsiasi esercizio voi vogliate, e non ci sarà modo di perderli. Addirittura se provate a toglierli tirando perpendicolarmente all’orecchio, quindi senza effettuare una rotazione, dovrete fare molta forza per toglierli. Fino a quando non si ruoteranno, saranno al sicuro.

Questa sicurezza si traduce in un comfort limitato. Non sarà un grande problema indossarli per una sessione di allenamento lunga qualche ora, ma difficilmente potrete conviverci per una giornata intera.

La mancanza dell’NFC vi costringerà ad effettuare un accoppiamento bluetooth classico, niente di problematico, mentre la presenza di un piccolo pulsante come unico mezzo per interagire ci riporta nel passato di qualche anno. Non sono un paio di auricolari con cui vorrete interagire spesso, e dover cercare il piccolo pulsante vi spingerà ad usare lo smartphone per cambiare musica o rispondere a una chiamata telefonica.

La certificazione IPX4 ci ha permesso di utilizzarle durante gli allenamenti senza alcun problema di sorta. Non esiste alcun software a corredo. Nonostante le limitazioni di caratteristiche, la nostra prova d’uso è avvenuta senza particolari problemi, con una connessione sempre forte e stabile.

Qualità audio

La sigla XB nel nome modello indica la serie Extra Bass, prodotti Sony che hanno lo scopo di enfatizzare i bassi. Ed è proprio quello che succede. Se mettete una bella canzone ricca di bassi, rimbomberanno e vibreranno nelle vostre orecchie, riproducendo un suono caldo e corposo. Complice il sistema di aggancio all’orecchio, l’isolamento passivo è buono, anche se non ottimo. Tuttavia la conformità dell’orecchio in questo caso dovrebbe giocare un ruolo fondamentale: nel nostro caso non occludeva completamente il condotto uditivo, ma quasi, quindi la resa finale è stata soddisfacente.

La corposità dei bassi va a sporcare la parte più alta dello spettro, risultando invasive e sbilanciando la resa, assieme a qualche mancanza nella parte media. Se questa risposta poco lineare sarebbe considerata un difetto in un’analisi classica, per questo modello non ce la sentiamo di essere troppo severi, considerando che più che un difetto è una scelta voluta per la linea Extra Bass.

Il risultato è che questa cuffia non può essere consigliata per una riproduzione qualitativamente impeccabile delle tracce audio, ma è perfetta per lo sportivo che vuole utilizzare la musica per darci il giusto ritmo e motivazione durante le sessioni di allenamento. I bassi accentuati aiutano anche ad isolarsi ancora di più dall’ambiente circostante, concentrandosi al 100% sui propri esercizi fisici.

Microfono

Inaspettatamente il microfono è molto buono, considerando che, come probabilmente avrete capito, questi auricolari sono ottimi per il fitness, momenti in cui teoricamente si tende ad evitare lunghe telefonate.

Tutti i nostri interlocutori ci hanno detto che la nostra voce veniva percepita molto bene. La corposità del suono rende anche bene le voci durante le chiamate, soprattutto quelle maschili.

Autonomia

Sony parla di nove ore di autonomia con singola carica. Abbiamo registrato un valore attorno alle sette ore, un po’ sotto alle promesse. La custodia permette di ricaricarle completamente una volta, con un po’ di ricarica residua. Con circa 10 minuti di ricarica si può ottenere circa un’ora di ascolto musicale.

La durata per singola carica non è male, ma non è stellare. La ricarica “veloce” non impressiona, mentre il totale di circa 15-16 è sotto alla media.

Verdetto

Giudicare questi auricolari non è stato difficile, poiché hanno delle spiccate qualità che ci permettono di identificare immediatamente il tipo di persona a cui sono dedicati, cioè agli sportivi che vogliono allenarsi con una colonna sonora potente, ricca di bassi.

Sono auricolari essenziali, che fanno il loro dovere. Si possono acquistare a poco meno di 120 euro, un prezzo forse solo leggermente più alto dell’ideale. Evitateli se invece cercate un paio di auricolari da indossare per ore, con cui interagire spesso, da utilizzare principalmente per svago e lavoro.

Le Sony WF-XB700 sono un paio di auricolari True Wireless della linea Extra Bass, che producono un suono molto corposo con bassi forti e profondi. Il sistema di aggancio alle orecchie è molto forte, la qualità dei materiali non è della migliore, ma offrono un buon lavoro al prezzo che offrono.

Verdetto

Non sono le migliori in termini di qualità costruttiva o resa audio, ma sono perfette per tutti coloro che cercano un paio di cuffie True Wireless con bassi potenti per allenarsi.

Pro

+ Bassi potenti
+ Una volta indossati non cadranno dall’orecchio
+ Perfetti per gli sportivi

Contro

– Non comunicano un senso di grande qualità
– Caratteristiche tecniche limitate all’osso
– Nessuna applicazione a supporto



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 31 Luglio 2020 — 17:48
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet