Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

SSD SATA 6Gbps Goodram CX400: buona alternativa ai soliti noti?


Avevamo gi parlato di Goodram,

ricordate
? Per fare un breve riassunto, siamo di fronte ad un
produttore/assemblatore polacco che commercializza prodotti storage, SSD su
tutti, caratterizzati da una qualit decisamente buona. All’epoca analizzammo
gli ottimi IRDM anche in versione Pro, concludendo che nulla avevano da
invidiare (anzi) a modelli dal nome pi conosciuto. In questi giorni stato
sottoposto al nostro giudizio un modello SSD, CX400 nel taglio da 256GB,
che sta agli antipodi del listino, ovvero un “classico” SATA 6Gbps per il quale
non ci dilungheremo in una recensione completa, quanto piuttosto in un’analisi
volta a rispondere a una domanda: si pu scegliere al posto di Crucial,
Kingston, Samsung
, tanto per fare due nomi noti?


Eccoci quindi impegnati in un’analisi che stata condotta sia con i normali
benchmark sintetici, sia con un utilizzo regolare nei nostri laboratori. Prima per cerchiamo di capire come si articola la
serie e cosa troviamo sotto lo chassis.

Il form factor ovviamente quello da 2,5 pollici slim da 7mm, cos
come abbiamo gi anticipato che l’interfaccia quella SATA 6Gbps. Un SSD
semplice, insomma, di quelli adatti a far tornare in vita vecchi portatili o
anche PC desktop spendendo veramente poco. Goodram lavora da sempre a stretto
contatto con Toshiba, motivo per cui non stupisce trovare chip NAND 3D
di questo produttore. Il controller il collaudato, apprezzato e
soprattutto economico Phison PS3111 S11, chiamato a gestire i chip
memoria con velocit di trasferimento massima teorica di 600MB/s, reali un po’
meno.

I tagli disponibili sono di 128GB, 256GB, 512GB e 1TB, andando quindi
a competere direttamente con altri brand nel settore degli SSD entry-level.
Esattamente come per questi, la garanzia di 3 anni, contro quella di 5 fornita
a SSD di fascia superiore. Le prestazioni dichiarate sono di 550MB/s per
tutti in lettura, in scrittura si parla invece di 450MB/s per il 128GB e
490MB/s per gli altri.

I nostri riscontri e il nostro parere

Abbiamo condotto i normali test sintetici alla ricerca di eventuali valori
discrepanti con quelli dichiarati, sfruttando pattern di utilizzo da 1GB a
10GB con ASSSD, da 1GB a 32GB con CrystalDiskMark, fornendo una media. Unit di
questo tipo sono in giro da anni, nei quali abbiamo osservato un comportamento
omogeneo al dichiarato per i modelli di fascia alta, qualche crisi in scrittura
con pattern corposi per quelli pi economici.







Lettura

Scrittura
ASSSD 1GB 551MB/s 498MB/s
ASSSD 10GB 550MB/s
230MB/s
CrystalDiskMark 1GB 560MB/s 500MB/s
CrystalDiskMark 32GB 561MB/s
243MB/s

Diciamo che i dati ottenuti erano attesi, ma esattamente come si osserva
anche in modelli in diretta competizione. La serie economica Kingston fa segnare
risultati inferiori in scrittura e pattern corposi, Crucial e Samsung
leggermente meglio, ma possiamo affermare con certezza che cambia davvero poco.
Possiamo quindi affermare che Goodram CX400 una serie che pu essere tenuta in
considerazione, qualora ci si imbatta in offerte o prezzi allettanti, ma anche a
prezzo pieno essendo una serie economica. Attualmente i prezzi sono ottimi per i
tagli da 128GB (meno di 20 Euro) e per il 256GB, quelli superiori soffrono un
po’ di concorrenza (ma possono cambiare spesso, esattamente come quelli dei
concorrenti).





Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 11 Novembre 2019 — 10:27
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet