Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

testo e video (con Venditti!)


Fateme cantà è Ultimo, al 100%. Una canzone in dialetto romanesco, il nuovo singolo estratto dall’album Colpa delle Favole, ma anche molto di più. Fateme cantà è Ultimo, attraverso particolari e sensazioni della sua vita, la sua vita dopo il successo improvviso.

Ultimo è letteralmente esploso nel giro di poche settimane, come se il suo talento avesse avuto bisogno solo del palco giusto per raggiungere centinaia di migliaia di persone pronte a sostenerlo. Più di un milione di seguaci su Instagram e 50.000 biglietti già venduti per il concerto-evento allo Stadio Olimpico di Roma, un tour sold out nei palazzetti e una data zero con biglietti polverizzati in una manciata di ore.

Ai vertici delle classifiche con Fateme cantà, due album nella classifica Fimi dei più venduti in Italia dopo 50 settimane, un successo immediato del singolo I tuoi particolari in occasione del lancio a Sanremo. Ultimo è il ragazzo romano il cui successo travolgente è dinanzi agli occhi di tutti, quel giovane la cui vita è cambiata grazie ad un passaggio a Sanremo (con Il ballo delle incertezze, nel 2018) che lo ha portato a raggiungere un vasto pubblico immediatamente, senza la visibilità dei talent show, che oggi sembra imprescindibile. Quel pubblico è cresciuto nel corso dell’ultimo anno e Ultimo è oggi uno dei pochissimi artisti italiani a potersi permettere un concerto allo Stadio Olimpico di Roma, l’unico ad approdarci così giovane, dopo un solo anno di carriera.

Se questo mondo ci mostra un Ultimo cantautore di successo, è una canzone a mostrarci un altro lato dello stesso successo. Fateme cantà è un grido sincero ed autentico che svela Niccolò Moriconi, un essere umano, come tutti. Ci sono gli amici di sempre “abbandonati” per far fronte alle nuove esigenze, forse troppe. C’è la necessità di volersi eclissare, il bisogno di staccare la spina dalle troppe richieste in un “C’ho bisogno all’appello de dì che so assente”.

C’è “Sto sporco successo che è amico sul palco e t’ammazza nel resto” e poi i discorsi, i modi, i tempi, un voler spiegare cosa è successo in quella maledetta conferenza stampa dopo la finale di Sanremo. “Nun so bono a inventamme i discorsi, sbajo i modi, i toni e anche i tempi”, canta Ultimo e il riferimento alle ultime vicende, è netto. A tutto questo, Ultimo risponde con un eloquente “Fateme cantà”, che ripete più volte nel testo, la dichiarazione dell’unico intento che gli appartiene. Niccolò vuole scrivere, vuole cantare, dimensione ideale in cui ritrovarsi per parlare alla gente comune della gente comune. Nelle sue canzoni non c’è spazio per i supereroi, è la concretezza della realtà in tutta la sua fragilità e insicurezza a fare da padrona.

Fateme cantà è la risposta a chi la fragilità di Niccolò Moriconi in quella dannata conferenza stampa l’ha messa alla gogna mediatica senza provare ad andare oltre, solo un po’. A condannare l’errore dei modi è lo stesso Ultimo che usa una canzone per parlare di sé, per spiegarsi, per giustificare quelle parole che nelle ultime settimane hanno risuonato ovunque, hanno risuonato troppo.

Fatelo cantà, e basta.

Ah, nel video ufficiale c’è anche Antonello Venditti!

Che giornata che giornata
so’ distrutto eh
so’ distrutto
cameriè portame er vino

Fateme cantà
che n’ c’ho voja de sta co’ sta gente
che me parla
ma nun dice niente
fateme cantà
che me sento anche un po’ innervosito
da sta gente che me chiede na foto
io vorrei parlaje de loro

Fateme cantà
sto a ‘mpazzì appresso a troppe esigenze
c’ho bisogno all’appello de dì che so assente

e fateme cantà
pe’ l’amici che ho lasciato ar parcheggio
io che quasi me ce sento ‘n colpa
de ave’ avuto sto sporco successo
che è amico sul palco e t’ammazza nel resto

Fateme cantà
nun so bono a inventamme i discorsi
sbajo i modi
i toni e anche i tempi
parlo piano manco me sentiresti

Fateme cantà
che a ste cene co questi in cravatta
parlo a gesti nun so la loro lingua

E fateme cantà
pe’ quer tizio che nun c’ha più er nome
sta per strada a elemosinà ‘ncore
pe’ quer padre che se strigne l’occhi
davanti a suo figlio pe’ proteggeje i sogni

Fateme cantà
pe’ sti gatti che aspettano svegli
un motore pe’ stassene caldi
pe’ i ricordi che me spezzano er sonno
e a letto me fanno girà come un matto
un matto un matto

Ti potrebbero interessare:





Fonte: http://www.optimaitalia.com/

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Rate this post
Updated: 22 Febbraio 2019 — 15:35
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet