Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Tex Willer: i 70 anni al Lucca Comics & Games!


Tex Willer rappresenta uno dei personaggi più imponenti di tutto il panorama dell’intrattenimento italiano. Questa opera è conosciuta anche oltreoceano, tuttavia solo in terre nostrane può vantarsi del record di vendite.

In occasione del Lucca Comics and Games 2018, gli organizzatori di questa importante manifestazione hanno pensato bene di ripercorrere la storia di questo mito attraverso alcune sedute, presenziate da ospiti d’eccezione.





Settant’anni tenuti davvero bene!

La prima apparizione di Tex risale allo scorso 30 settembre 1948, data in cui gli appassionati dei fumetti hanno avuto l’occasione di conoscere il personaggio creato da Gianluigi Bonelli e disegnato da Aurelio Galleppini, in arte Galep.

Tex, inoltre, è un personaggio ormai conosciuto da tutti, infatti la sua influenza è così radicata nella cultura pop da essere riconosciuto anche dalle nuove generazioni. Tra le caratteristiche caratteriali di Tex spiccano la sua forza e la sua audacia, unite a un forte coraggio. Al suo fianco troviamo Kit Carson (ranger e amico fidato), Kit Willer ( figlio di Tex e di Lilyth, una squaw navajo) e Tiger Jack, un guerriero navajo e fratello di sangue dell’eroe.

La narrazione di Tex è praticamente infinita e la sua unicità risiede nella sua innata continuità, mantenendo alta la fede dei lettori seppur cambiando sceneggiatori e disegnatori. La stessa redazione è impressionata giorno dopo giorno da questo fattore, infatti il grande ciclo delle sue avventure ha sviluppato tanti di quegli espedienti narrativi, tali da garantire ancora tante storie per il futuro.

Primo appuntamento alla kermesse lucchese…

Come specificato nei primi paragrafi, siamo stati ospiti a uno degli appuntamenti celebrativi del settantesimo anniversario di Tex. In questa particolare occasione, abbiamo potuto conoscere le opinioni e, sopratutto, alcune sensazioni di Michele Masiero, Fabio Licari, Giulio Giorello e Massimo Di Grazia.

Gli ospiti hanno raccontato alcuni aneddoti di questo personaggio, in particolare sulla sua capacità di coinvolgere (positivamente ndR) moltissimi adolescenti dell’epoca, infatti molti di loro puntavano ad assomigliare alla creatura di Bonelli.

Tra le varie risposte molto interessanti (in termini di profondità e attaccamento verso la “fede Texiana), spiccano le motivazioni sul successo dell’opera in questione. Secondo gli invitati, Tex ha riscosso un gran successo per la sua semplice realizzazione (tavole e colori corrispondono alla realtà) e alla sua capacità di abbracciare un pubblico di grandi e piccini.

Tex Willer, insomma, ha contribuito alla crescita di molti appassionati, accompagnando loro verso nuovi spunti e riflessioni molto importanti di vita e di quotidianità. Che ne pensate a riguardo? Anche voi custodite l’intera collezione di volumi?

Tex: La valle del terrore è disponibile a un prezzo speciale. Cosa aspettate a ripercorrere alcune avventure del ranger diventato leggenda?


[ad_2]
Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 31 Ottobre 2018 — 19:27
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet