Twitch: ecco la classifica degli streamer più ricchi del 2019


Fare lo streamer su Twitch ti permette di guadagnare una buona quantità di soldi? Se sei uno dei migliori assolutamente sì, come ha svelato Little Loans. Il sito ha cercato di stimare quanto hanno guadagnato nel 2019 i più grandi streamer della piattaforma Amazon. Attenzione: non parliamo del guadagno totale di uno streamer ma unicamente di quello che può ottenere tramite una live Twitch: eventi, tornei e sponsor sono quindi esclusi.

Secondo quanto analizzato da Little Loans, lo streamer che ha guadagnato di più in assoluto nel 2019 tramite Twitch è Nickmercs, con circa 1.5 milioni di dollari di incassi. Nickmercs conta circa 3.147.000 follower, con poco più di 370.000 iscritti di vario livello (da 4.99 dollari a 24.99 dollari). Al secondo posto troviamo il noto Tfue, che può vantare poco più di 7.319.000 follower, ma che comunque guadagna poco meno del primo classificato, fermandosi a 1.414.000 milioni di dollari circa.

Tfue, secondo classificato
Tfue Fortnite FaZe Clan

Vediamo però precisamente la classifica, con l’esatta quantità di denaro guadagnata durante l’anno solo su Twitch:

  1. Nickmercs – 1,516,358 dollari
  2. Tfue – 1,414,518 dollari
  3. TimTheTatman – 1,378,412 dollari
  4. Dr. Disrespect – 1,189,073 dollari
  5. MoonMoon – 1,172,007 dollari
  6. xQcOW – 1,186,742 dollari
  7. Summit1G – 1,104,044 dollari
  8. AdmiralBahroo – 1,134,809 dollari
  9. Dr. Lupo – 993,468 dollari
  10. MontanaBlack88 – 824,737 dollari

Come potete notare, il noto Dr. Disrespect, spesso chiacchierato per il suo stile sopra le righe, si “accontenta” della quarta posizione, con poco più di un milione di dollari. Ripetiamo che a tutte queste cifre vanno poi aggiunti i guadagni derivanti dalle vincite ai tornei (nel caso nel quale lo streamer sia anche un pro-player) e sopratutto tutti i ricavi derivanti dagli sponsor, che spesso rappresentano la fetta maggiore.

Ricordiamoci inoltre che dopo le recenti “fughe” dei più importanti streamer da Twitch, la classifica assume un aspetto diverso da quello che avrebbe avuto mesi fa: basta pensare a Ninja che ha abbandonato la piattaforma Amazon in favore di Mixer.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 4 Febbraio 2020 — 8:58
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet