Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Twitter, hackerati numerosi account di utenti famosi



Grave problema di sicurezza su Twitter: numerosi account di utenti famosi sono stati violati contemporaneamente da hacker, che hanno usato gli account – alcuni dei quali con milioni di follower – per diffondere una truffa in criptovaluta.

Gli account ufficiali di Apple, Bitcoin,Binance, Coinbase ma anche Elon Musk, Bill Gates, Jeff Bezos e Joe Biden sono tra le vittime di questo attacco informatico.

Alcuni degli account sono tornati rapidamente sotto il controllo dei loro proprietari e i tweet sono stati rapidamente cancellati.
Molti altri account sono stati hijacked, tra cui @elonmusk. Il tweet pubblicato sull’account del fondatore di Tesla e SpaceX reindirizzava gli ignari utenti a inviare bitcoin a un certo indirizzo, affermando che avrebbe raddoppiato qualsiasi ammontare ricevuto: una tecnicamolto comune nelle truffe che coinvolgono criptopvalute.

Un’altro attacco ha riguardato l’account @billgates che è stato brevemente violato con lo stesso messaggio, anche se il tweet è stato rapidamente eliminato.

Putroppo, questi tipi di truffe sono comuni. I cybercriminali violano account Twitter di alto profilo utilizzando password rubate o trafugate e pubblicano messaggi che incoraggiano gli utenti ad inviare i propri fondi in criptovaluta a un particolare indirizzo, dietro la promessa di facili (ma impossibili) guadagni facili ed immediati. Sebbene si tratti di un inganno piuttosto palese, sorprende il numero di utenti che – convinti dalla autorevolezza dell’account hackerato – inviano criptovalute ai truffatori.  Al momento in cui scriviamo, l’indirizzo blockchain utilizzato sul sito truffa ha già raccolto oltre 100000 dollari, e il totale cresce minuto dopo minuto.

Twitter non ha ancora fornito dettagli su questo incidente di sicurezza, e non è nota la dinamica che ha portato al successo questo cyberattacco. Quello che i ricercatori di sicurezza hanno finora potuto appurare è che gli aggressori avevano completamente assunto gli account delle vittime, e anche cambiato l’indirizzo e-mail associato all’account per rendere più difficile all’utente legittimo riottenere il controllo.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 16 Luglio 2020 — 1:43
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet