Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Valve annuncia il Motion Smoothing per SteamVR


Valve ha annunciato che, a partire dalla giornata di ieri, 27 novembre 2018, è stato introdotto il motion smoothing, una nuova funzione di SteamVR. La casa proprietaria di Steam ha affermato che il motion smoothing permetterà a un maggiore numero di giocatori di avere accesso a giochi ed esperienze in Realtà Virtuale ad alta fedeltà su più PC.

Il concetto di “motion smoothing” sarà forse familiare ad alcuni: si tratta di un’interpolazione dei fotogrammi che crea un nuovo fotogramma intermedio; detto in altri termini, è un metodo per migliorare la fluidità dei fotogrammi e aumentare il framerate, a discapito della latenza. Si tratta di un’impostazione utile per i televisori ma non per la Realtà Virtuale.

Steam applica quindi il concetto in modo diverso. Nel caso nel quale in SteamVR un’applicazione tenda, ad esempio, a saltare alcuni fotogrammi, il motion smoothing entra in gioco. Il processo analizza gli ultimi due fotogrammi inviati e, basandosi anche sul movimento e l’animazione, ne genera uno nuovo. Questa generazione di nuovi fotogrammi permette all’applicazione di essere eseguita al framerate massimo.

In sostanza, il programma deve elaborare solamente un fotogramma su due, ma il giocatore percepisce sempre il framerate massimo (90Hz per il Vive e il Vive Pro). Questo chiaramente comporta un calo dei requisiti di prestazione. Il processo è in grado, inoltre, di generare due fotogrammi ogni volta che uno di essi viene inviato, se le prestazioni dovessero essere comunque non al massimo.

A detta di Valve, il motion smoothing di SteamVR permetterà ai giocatori di esperienziare a 90 Hz un’opera che prima si bloccava o saltava fotogrammi. La funzionalità si attiva e disattiva automaticamente quando è necessario, ma è sempre possibile disattivarla manualmente. Attualmente, però, il motion smoothing non è disponibile per Oculus Rift o i visori Windows Mixed Reality. Infine, è abilitato solamente su sistemi Windows 10 con GPU NVIDIA.

Se avevate messo da parte il vostro Vive, pare sia il momento di riprenderlo in mano.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 29 novembre 2018 — 18:16
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet