Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Vestire i panni del nostro interlocutore per una Comunicazione Efficace


Un tempo le aziende per comunicare avevano a disposizione pochi mezzi, la comunicazione era fondamentalmente unidirezionale – c’erano i mass media da una parte e il pubblico dall’altra – e le aziende che volevano comunicare dovevano inevitabilmente rivolgersi a delle agenzie o esperti di comunicazione che fungevano un po’ da trait d’union tra l’azienda e i media. Questa era l’unica modalità che avevano per comunicare. Oggi invece, grazie all’avvento del digitale, chiunque può fare comunicazione.


Abbiamo approfondito questo tema con Lorenza Bassetti, professionista ed esperta di comunicazione strategicaLorenza è la Managing Director di Ad Mirabilia, la società da lei fondata 30 anni fa, che si occupa di comunicazione sia in ambito b2b che b2c. In questi anni, insieme al suo team ha lavorato con oltre 250 aziende – da grandi multinazionali a libero professionisti – in diversi settori, e questo ha permesso loro di acquisire una grande esperienza che ogni giorno riversano in nuovi progetti per dare sempre maggiore valore ai clienti.

L’evoluzione della comunicazione

Come abbiamo visto, con l’avvento di internet, potenzialmente oggi le aziende non hanno più bisogno di soggetti terzi per comunicare, e anzi loro stesse sono diventate dei veri e propri centri media. Ogni azienda può avere i propri canali YouTube, i propri canali social, il proprio sito e parlare ai clienti anche attraverso newsletter e chat, insomma ha a disposizione tantissimi mezzi di comunicazione.

Nonostante questa grande rivoluzione, comunicare bene continua ad essere un’attività per niente facile. Va ripensato molto attentamente il modo in cui la si fa.

Oggi più che mai, infatti è importante avere una comunicazione molto equilibrata e adattare ogni volta la narrazione alle circostanze, al pubblico al quale ci rivolgiamo e al canale utilizzato per fare comunicazione. 

Ecco che allora le PR svolgono un ruolo ancora molto importante oggi nell’aiutare imprenditori e professionisti a definire i pilastri fondamentali, le linee guida da seguire per indirizzare la comunicazione in modo efficace.

Imparare come comunicare dalla propria clientela 

A prescindere dall’ambito di azione, in questo nuovo scenario, il punto di partenza principale è quello dell’ascolto.  

Questo significa approcciare il cliente con un senso di modestia e di umiltà che permette di conoscerlo a fondo. Non ci si può più porre come l’esperto che sa tutto e che arriva con la soluzione perfetta e già collaudata, ma è necessario avere quell’apertura mentale e quella sana curiosità che ti permettono di entrare in empatia con il cliente e comprendere fino in fondo cosa vuole e di cosa ha bisogno

L’ascolto attivo è fondamentale per inquadrare bene le esigenze di comunicazione del cliente. L’imprenditore o il professionista, a volte, potrebbe avere una visione un po’ distorta rispetto al tipo di comunicazione da mettere in atto dovuta al suo coinvolgimento diretto nei processi aziendali. 

Ecco che allora un punto di vista esterno, distaccato o da una prospettiva differente possono far emergere questioni o punti di interesse molto più efficaci per incontrare il consenso del pubblico

L’aspetto più importante quindi, per una comunicazione efficace, è mettersi sempre nei panni di chi deve recepire il messaggio e di conseguenza costruirlo su misura anziché mettere a fuoco un’immagine univoca e fissa e trasmetterla come se fosse uno spot pubblicitario.  Secondo Lorenza infatti, in futuro si tenderà sempre di più a privilegiare i contenuti adattati alle persone e lavorare sulle relazioni per far emergere contenuti interessanti

Ecco come nasce il PR Check Up, il metodo ideato da Lorenza per definire le linee guida strategiche del piano di comunicazione integrata dei clienti. Una sorta di bussola dove i quattro punti cardinali sono rappresentati da altrettanti macro-obiettivi di comunicazione – awareness, reputation, engagement e thought leadership – con associate le relative tipologie di interventi.

È questo sicuramente il momento giusto per rivedere e migliorare il “tone of voice” e i contenuti di Ceo, manager e imprenditori che desiderano comunicare in modo meno anonimo e più personale per affermare la propria leadership con messaggi chiari, attenzione ai clienti – sia esterni che interni all’azienda – e rafforzare l’immagine dell’azienda.

 

Se ancora non l’hai ancora fatto, puoi scaricare la Guida Definitiva per Video Efficaci con il Telefono.
La Guida che ti aiuta a comprendere come realizzare video efficaci e di qualità sfruttando l’attrezzatura che hai a disposizione in casa.  



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 2 Luglio 2020 — 16:39
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet