Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Vodafone, ecco il rimborso “alternativo” per la fatturazione a 28 giorni


Vodafone ha attivato una modalità di rimborso “alternativo” per i clienti residenziali che l’anno scorso hanno subito la fatturazione a 28 giorni.

Vodafone ha avviato una campagna di rimborsi per i clienti residenziali che hanno subito la fatturazione a 28 giorni, ma la modalità fa già molto discutere sui forum e sui social. Già, perché invece di restituire magari con sconto in fattura il dovuto, ad alcuni clienti residenziali ha iniziato a inviare SMS con istruzioni che potrebbero lasciare interdetti.

Per te 50 Giga per un mese sulla SIM dati associata alla tua rete fissa e 5 voucher. Scoprili su voda.it/voucher”, si legge nell’SMS ricevuto da un lettore di Tom’s Hardware. “Quanto sopra viene erogato in base alla delibera di AGCOM 269/18/CONS a titolo di compensazione alternativa dovuta al ritorno alla fatturazione mensile. Procedendo con la richiesta dei codici e di attivazione dell’opzione il cliente rinuncia al diritto a richiedere la restituzione di quanto previsto dalla delibera AGCOM 269/18/CONS. Per averli rispondi Sì a questo SMS”.

In pratica Vodafone mette sul piatto 50 GB di traffico dati sulla SIM correlata al contratto residenziale – che magari il cliente non usa. E in più 5 voucher che danno diritto a sconti (ad esempio 20%) su siti di marchi di abbigliamento sportivo, di elettronica di consumo, etc. Chi è cliente Vodafone di fatto potrà notare che si tratta di una serie di “regali” molto simili a quelli che vengono offerti su Happy Friday, l’iniziativa che settimanalmente premia gli utenti della app My Vodafone.

Se si risponde sì, si rinuncia a essere rimborsati tradizionalmente. Vodafone chiama la sua “compensazione alternativa” e fondamentalmente sposa la stessa strategia adottata recentemente da TIM. Da ricordare che l’AGCOM ha previsto una compensazione che preveda come base di calcolo la differenza in fattura subita tra il 27 giugno 2017 e la data in cui è stata effettuato il ritorno al ciclo mensile. Vodafone per ora propone una soluzione compensativa alternativa ma ovviamente non si esclude che in futuro possa introdurre una modalità più tradizionale.

Nel caso non si riceva l’SMS c’è una nuova pagina ufficiale all’indirizzo voda.it/voucher. Qui viene richiesta la digitazione di numero di telefono, codice fiscale e indirizzo mail.

Siamo in attesa di ulteriori dettagli da Vodafone…



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 17 Giugno 2019 — 14:57
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet