Waldo, come rilasciare app mobili più velocemente e senza bug


Waldo è il nome di una nuova soluzione che semplifica la creazione di test per app mobili automatizzati, senza la necessità di possedere competenze di programmazione, per arrivare in modo più veloce alla distribuzione di app con meno bug.

A descrivere la soluzione è Amine Bellakrid, cofondatore e Ceo della startup nata nel 2018 e con sede a Brooklyn, che spiega anche il contesto in cui nasce l’esigenza di uno strumento di questo tipo.

I team di sviluppo di app mobili al giorno d’oggi creano esperienze notevoli, che influenzano la nostra vita quotidiana, ma  il modo in cui la qualità di queste app viene testata, secondo il fondatore di Waldo, non è all’altezza degli standard che gli sviluppatori stabiliscono per sé stessi e che gli utenti si aspettano. Amine Bellakrid ne parla come un’esperienza di prima mano, dopo dieci anni di attività da ingegnere iOS, designer e product manager.

Né, secondo Bellakrid, sono soddisfacenti le soluzioni esistenti: da un lato, i test manuali sono noiosi e inclini agli errori umani; dall’altro, l’automazione tramite script è instabile, difficile da mantenere e non può evolversi insieme all’app.

Waldo

In questo contesto nasce Waldo, con l’obiettivo di farlo diventare la prima piattaforma di test senza codice al mondo.

Waldo è stato dunque progettato per semplificare a chiunque nel team la creazione di test mobili automatizzati, senza necessità di competenze di coding. La filosofia di questa soluzione è che, letteralmente, chiunque può farlo.

La piattaforma funziona in questo modo: innanzitutto, si carica il file dell’app su Waldo e la si scorre come si farebbe sullo smartphone. Waldo registra ogni schermata e la logica che le collega, per “imparare” come è strutturata l’app.

Waldo

Waldo poi ripete in modo affidabile tutti i test registrati su ogni nuova versione dell’app, in modo automatico. Ciò è utile per testare un nuovo flusso o per assicurarsi che una nuova funzionalità non abbia causato accidentalmente dei malfunzionamenti in qualcos’altro nell’app.

Se un test fallisce, Waldo consente al team di sapere con precisione dove si sono verificati i problemi, in modo da poter aggiornare il test o avvisare il team che si deve risolvere il problema.

Waldo

In ultima analisi, Waldo intende aiutare i team a creare app mobili migliori, con meno bug, e a rilasciarle più velocemente, catturando i bug in anticipo e prima che lo facciano gli utenti, in modo da evitare esperienze e feedback negativi da parte degli utenti stessi.

Waldo prevede una versione gratuita per provare la soluzione.





Fonte: https://www.01net.it/

Rate this post
Updated: 11 Agosto 2020 — 21:38
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet