Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Warcraft 3 Reforged ancora preso di mira del review bombing


A quattro giorni dalla sua pubblicazione, Warcraft 3 Reforged resta al centro delle polemiche da parte della community dei fan. L’edizione rimasterizzata dello storico gioco di strategia, infatti, ha deluso le aspettative di molti giocatori che hanno anche finito per chiedere a Blizzard il rimborso del gioco. Le critiche si sono concentrate principalmente sul presunto downgrade grafico rispetto alla versione mostrata nei materiali promozionali.

Come sempre in questi casi, da qualche giorno si è ripresentato anche per Warcraft 3 Reforged il fenomeno del review bombing, pratica con la quale i giocatori recensiscono in massa e in maniera di solito negativa un titolo su Metacritic con l’obiettivo di abbassarne l’User Score. Sulla base di 17.681 voti, il titolo di Blizzard adesso viaggia su una media di 0,5 su 10 contro quella di 63 assegnata sulla base delle recensioni della critica. Come ricostruisce la testata Forbes, fino a qualche giorno fa il voto più basso su Metacritic apparteneva a Day One: Garry’s Incident ma per dare questo primato negativo a Warcraft 3 Reforged gli utenti hanno addirittura deciso di alzare il voto di Garry’s Incident che da 0,4 è passato a 0,8.

Warcraft 3: Reforged

Sempre Forbes fa notare che i problemi notati dai fan non sono stati semplicemente dal punto di vista grafico. Warcraft 3 Reforged, infatti, manca di alcuni elementi del titolo originale andando a intaccare nel complesso l’esperienza di gioco originaria del titolo RTS. Inoltre ancora non c’è stata alcuna dichiarazione ufficiale da parte di Blizzard in merito alle critiche, né tantomeno informazioni su possibili patch che possano intervenire in maniera incisiva sugli aspetti giudicati più gravi dai giocatori.

L’aggiornamento rilasciato poco dopo il lancio che porta il titolo alla versione 1.32 aveva introdotto le tre missioni-prologo mancanti oltre a modifiche a salvataggi automatici e livello di difficoltà. L’aspetto di alcuni modelli poligonali è stato migliorato ed è stata introdotta la possibilità di passare dalla grafica classica a quella rimasterizzata. Tutto questo non sembra aver risolto i problemi riscontrati dai fan che continuano a chiedere delle spiegazioni a Blizzard.

Se volete partire all’avventura nel mondo “piratesco” di Sea of Thieves, potete acquistare il titolo su Amazon a questo indirizzo.

 



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 2 Febbraio 2020 — 17:09
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet