Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

Wine risolve un problema vecchio di 15 anni con la versione 5.13


La nuova versione di Wine, la release 5.13, è stata ufficialmente rilasciata portando con sé numerose novità, la più importante delle quali è la rimappatura dei file INI con i registri, che risolve un bug che il software si portava dietro dal lontano 2005.

Per chi non lo sapesse, Wine è l’acronimo di “Wine is not an emulator”. Si tratta infatti di un software che permette l’esecuzione di videogiochi e programmi scritti per Windows su sistemi operativi diversi. Cambia tuttavia la maniera in cui il software opera, in quanto non emula di fatto un ambiente Windows, ma fornisce la compatibilità con il sistema in uso attraverso l’implementazione di DLL alternative. È corretto affermare quindi che non si tratta di un emulatore, quanto piuttosto di uno strumento in grado di semplificare il processo di implementazione del software nativo per Windows su architetture diverse, con il richiamo a funzioni specifiche del sistema operativo Microsoft necessarie al funzionamento del software stesso.

Il problema nasceva però proprio dall’utilizzo dei file INI, dato che con l’avvento dei registri, Windows NT ha fatto affidamento su questi ultimi piuttosto che sui file INI. A distanza di un bel po’ di tempo quindi, adesso anche Wine ha convertito le chiamate di sistema in NTDLL basandosi sui registri e non più sui file INI. Questo ha permesso la risoluzione del bug che per anni ha afflitto diverse applicazioni basate ovviamente sulla nuova struttura di Windows NT.

Il changelog completo della nuova release riporta:

  • Rimappatura dei file INI nei registri;
  • Chiamate di sistema convertite in NTDLL;
  • Reimplementazione della stampa in virgola mobile;
  • Inizio della ristrutturazione del supporto alla console;
  • Diverse correzioni di bug.

Dopo un lungo periodo di sviluppo, adesso gli utenti possono finalmente accedere alla versione stabile di Wine 5.13 e godere di gran parte del software disponibile sui sistemi Windows (che si tratti di applicativi o videogiochi) direttamente su OS Linux, Mac o BSD. Basterà scaricare il file direttamente dalla home del sito ufficiale.

Se cerchi una nuova scheda video per giocare in Full HD senza compromessi, la Radeon RX 5600 XT Pulse di Sapphire è la scelta ideale, grazie al prezzo basso e la possibilità di aggiornare le memorie a 14Gbps, la trovi su Amazon qui.



Fonte articolo: https://www.tomshw.it/

Rate this post
Updated: 20 Luglio 2020 — 9:19
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet