Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione

Consulta le nostre news di tecnologia ed informatica online !

ZTE, Wind Tre e Open Fiber: prima videochiamata 5G al MWC | Mobile World Congress 2019


La videochiamata, di cui una dimostrazione si avuta presso lo stand ZTE al Mobile World Congress che si sta svolgendo a Barcellona, ha sfruttato le soluzioni 5G end-to-end di ZTE, tra cui RAN, rete centrale, carrier e dispositivo. Si basata, inoltre, sulla rete pilota 5G a L’Aquila e ha usato due smartphone ZTE 5G. L’esperimento andato in porto con successo e ha connesso Barcellona con L’Aquila, la citt sede del Centro di Ricerca e Innovazione sul 5G di ZTE.


Si trattato della prima video chiamata 5G attraverso il Mediterraneo in assoluto.


ZTE al MWC 2019


La dimostrazione ha aderito allo standard 3GPP R15 ed frutto della sperimentazione condotta dal MISE in partnership con l’Universit dell’Aquila, in programma dal 2018 al 2020. In questo lasso di tempo, Wind Tre e Open Fiber, insieme a ZTE, hanno sviluppato congiuntamente la prima rete 5G pre-commerciale in Europa. Inoltre, in occasione dello ZTE Wireless User Congress e del 5G Summit, tenutosi a L’Aquila lo scorso 15 novembre 2018, ZTE e i suoi partner hanno effettuato una dimostrazione 5G basata su HD UAV e live streaming Panorama VR.


Al momento, la banda di frequenza supportata dagli smartphone 5G principalmente sub6G, mentre la soluzione integrata nell’antenna di ZTE supporta la copertura completa dal sub6G alle onde millimetriche, comprese le ricche combinazioni di CA e EN-DC, che soddisfano i requisiti dei principali operatori mondiali. Per quanto riguarda lo smartphone ZTE 5G, il test del servizio dati 5G continua a fare progressi, con ulteriori test su diversi scenari che verranno effettuati a dicembre.


Al di la del MWC, ZTE sta compiendo delle dimostrazioni di servizi di rete 5G basati su un sistema commerciale end-to-end sub-6GHz, in collaborazione con Qualcomm. Si tratta di una soluzione end-to-end completa, compresa la soluzione per piattaforma della stazione base One for All sul lato wireless, per supportare 2G/3G/4G/5G su un singolo sito e unit baseband multimodali (BBU). La dimostrazione viene fatta su radio 5G NR e utilizza una rete NR 5G end-to-end realistica. Inoltre, adotta la rete core Common Core di ZTE, con una piena convergenza di reti 2G/3G/4G/5G/Fixed e UME, una soluzione di gestione di rete convergente per operazioni e manutenzione intelligenti.



Fonte: https://feeds.hwupgrade.it

Rate this post
Updated: 25 Febbraio 2019 — 16:41
Siti Web > Notizie di Marketing e comunicazione © 2018 Realizzazione, creazione, sviluppo, progettazione siti web-internet